Antonio D’Ambrosio racconta Ragazzi di vita

Antonio D’Ambrosio racconta la storia di Ragazzi di vita di Pier Paolo Pasolini, uscito in libreria sessantacinque anni fa con Casa Garzanti. La storia (interna ed esterna) di questo testo è lunga e complessa, coinvolgendo almeno un quinquennio della vita dell’autore, da quando nel 1950 approda a Roma e riprende in mano i manoscritti incompleti che aveva portato con sé dal lontano Friuli. Proprio tra i materiali friulani si può ritrovare la genesi del romanzo, che col tempo muterà la propria struttura narrativa fino ad approdare alla forma che conosciamo tra il 1952 e il 1953. Una tappa importante nella definizione del romanzo è l’incontro nel 1954 con Livio Garzanti, interessantissimo alla sua pubblicazione e che lo stravolgerà non poco.
Alla domanda che da lettori consapevoli dovremmo porci ogni volta che abbiamo tra le mani un libro, cioè “che testo leggo quando leggo un testo?”, nel caso di Ragazzi di vita dovremmo rispondere che leggiamo un testo diverso rispetto a quello pensato e scritto dall’autore, meno “sporco” linguisticamente e più organico strutturalmente: una modifica indotta non da scelte o ripensamenti personali bensì da imposizioni editoriali.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*